Descrizione

Tivoli: la superba

Tivoli, l'antica “Tibur Superbum”, come la definì Virgilio,  è una tappa obbligata per chi decide di scoprire il Lazio anche oltre le porte di Roma.

È una città molto antica  fondata intorno al 1215 a.C., ancor prima della capitale e grazie alla sua posizione geografica ha da sempre attirato i romani per le sue meraviglie naturalistiche che iniziarono a costruirvi templi, santuari e in seguito meravigliose ville e giardini vicino alla grande cascata del fiume Aniene.

Primo giorno

Il consiglio è di prendere il treno e, a poco a poco, di lasciarvi alle spalle il caos della città. 

In  meno di trenta minuti arriverete nella piccola stazione di Tivoli e da lì potrete perdervi nelle stradine dove poeti, generali ed imperatori plasmarono con le loro poesie e le loro opere d'arte l'anima della città.

A pochi metri dall'uscita della stazione, su un argine del fiume, incontrerete  il monumento funebre di Cossinia un'antica sacerdotessa di Vesta. Le vestali erano sei ed erano obbligate, durante il sacerdozio che durava almeno trent’anni, alla castità; la punizione prevista per chi trasgrediva era quella di venir sepolta viva nel Campus Sceleratus. Non è questo il caso di Cossinia, sulla cui tomba un'iscrizione recita: “Qui giace e riposa la Vergine, trasportata per mano del popolo, poiché per sessantasei anni fu fedele al culto di Vesta...” Durante lo scavo però, furono trovati accanto al sarcofago anche dei gioielli d'oro e una bambolina, oggetti impensabili per una vestale. Fu poi scoperto che nella stessa tomba, due secoli dopo, fu sepolta una giovane di 15 anni e che il corpo ritrovato era in realtà il suo. Della Vestale Cossinia, dunque, rimane solo la bella iscrizione e il ricordo.

Poco più avanti avrete la possibilità di passeggiare nel romantico parco di Villa Gregoriana situato in posizione panoramica ai piedi dell'acropoli romana di Tivoli, oggi tutelato dal FAI. 

L'opera incessante della natura e dell'uomo ha contribuito a creare un ambiente di assoluto valore naturalistico, in cui coesistono cascate naturali ed artificiali, anfratti, orridi (fonte di ispirazione per poeti ed artisti) e affascinanti passeggiate immerse nella rigogliosa vegetazione.
Il parco rappresenta un unicum che declina in modo esemplare l'estetica del sublime tanto cara alla cultura romantica; naturale e artificiale vi si fondono in modo così seducente da diventare, nell'Ottocento, il soggetto principale delle rappresentazioni pittoriche di Tivoli, che diventa meta obbligata del Grand Tour. 

D'obbligo abbigliamento comodo per poter agevolmente percorrere i sentieri scoscesi e salire e scendere le numerose scale, ma la fatica verrà ripagata da paesaggi che vi rimarranno per sempre nel cuore.

Avrete la possibilità di viaggiare in 2000 anni di storia, scoprendo due meravigliosi templi: il Tempio circolare di Vesta, dove potrete scoprire il punto in cui la sacerdotessa Cossinia ha protetto il fuoco sacro per tutta la sua vita e il Tempio rettangolare ma più antico, dove forse sentirete l'eco di  qualche profezia fatta dalla Sibilla di Tivoli.

Vi sorprenderà scoprire che in questo luogo magico c'è un ristorante. Se avete un pò di tempo vi consigliamo di fermarvi e gustare piatti prelibati tiburtini come la trota dell'Aniene.

Consigli dal posto: se doveste capitare in un periodo in cui il parco della villa è chiuso, potrete visitare i templi entrando direttamente dal ristorante.

Usciti da questa tappa vi troverete nella Tivoli medievale. È una città sopra la città: quella romana infatti, fatta di strade, cunicoli, ville e cisterne, si snoda sotto i vicoli medievali. Se sarete fortunati potrete chiedere a qualche abitante del posto di visitare le cantine dove si possono vedere tracce dell'antico splendore.

Passeggiando riconoscerete il Duomo di Tivoli con la sua facciata barocca e il campanile romanico e poco più avanti potrete rinfrescarvi nei giardini all'italiana della rinascimentale Villa d'Este una meraviglia patrimonio dell'Unesco, con i suoi incredibili giochi d'acqua di fontane monumentali e scorci indimenticabili del paesaggio circostante. 

Non andate via prima di aver udito la sinfonia della fontana dell'organo idraulico che ogni due ore grazie ad un ingegnoso meccanismo suona una melodia, un prodigio che sin dal 1600 affascina tutti i visitatori della villa.

Uscendo vi ritroverete in una delle strade più pittoresche della città. In origine era un'antica mulattiera, ma nel medioevo furono costruite diverse abitazioni a schiera con scala esterna.  La più interessante di tutte è la casa gotica perché, mantenendo intatta questa particolare tipologia architettonica permette ancora oggi di individuare uno stile di vita caratterizzato da forti relazioni di vicinato. Si resta catturati dal fascino medievale che si respira percorrendo la strada verso piazza del colonnato fino ad arrivare alla Chiesa di San Silvestro, bell'esempio di architettura romanica.

Un viaggio tra natura e cultura, sospesi nel tempo e nella storia, a due passi dal pulsare frenetico della capitale: a Tivoli il viaggio nel tempo è realtà.

Secondo Giorno

Se pernotterete una notte in questa splendida cittadina, vi consigliamo la mattina seguente di visitare la splendida Villa dell'imperatore Adriano. Iniziate la mattina presto, per apprezzare al massimo tutta l'area, che in totale misura ben 3 km quadrati dei 120 ettari originari.

Troverete ovunque antiche testimonianze di monumenti gloriosi, voluti espressamente dall'imperatore filosofo, che per la maggior parte della sua vita viaggiò ed esplorò il suo vasto impero. I panorami che vide durante questi anni influenzarono profondamente l'architettura della sua enorme villa e, se volete avere la sensazione di passeggiare tra queste meraviglie insieme a lui, vi consigliamo la lettura delle “Memorie di Adriano" di Marguerite Yurcenar.

Se state viaggiano in macchina, non dovete perdervi un pomeriggio rilassante nelle terme delle Aquae Albule, meta preferita dei romani nelle giornate primaverili e menzionate già dagli scrittori latini per celebrare le loro virtù terapeutiche. Rigeneratevi nelle quattro bellissime piscine esterne, adatte sia agli adulti che ai più piccoli. Sotto le cascatelle che vi regaleranno un idromassaggio naturale, rigenererete la vostra cute e riequilibrerete il sistema respiratorio, grazie ai potenti benefici dello zolfo.

Punti di interesse

Personalizza

Tomba della Vestale Cossinia - Tivoli

La Tomba della Vestale Cossinia, datata al II-III sec d.C., fu scoperta nel 1929 lungo la sponda ... ...

Villa Gregoriana - Tivoli

Villa Gregoriana, situata nella cittadina di Tivoli, è uno splendido e affascinante parco natural... ...

Tempio di Vesta - Tivoli

Il Tempio di Vesta è un tempio di epoca romana situato nell'acropoli di Tivoli (RM), non distante... ...

Tempio Tiburno o della Sibilla - Tivoli

Accanto al tempio di Vesta, si trova questo tempio ritenuto della Sibilla Tiburtina; è più antico... ...

Duomo - Tivoli

Edificata forse nel V secolo sopra al foro romano, la cattedrale di S. Lorenzo, fu completamente ... ...

Villa d'Este - Tivoli

Fu costruita nel '500 per il cardinale Ippolito II d'Este da Pirro Ligorio, che trasformò un conv... ...

Via Campitelli - Tivoli

La pittoresca via Campitelli è una delle vie più tipiche di Tivoli, con abitazioni a schiera tard... ...

San Silvestro - Tivoli

La chiesa, di forme romaniche e con abside decorata di affreschi duecenteschi, sorge nella piccol... ...

Villa Adriana - Tivoli

La più vasta e la più ricca delle ville imperiali romane, grandioso complesso di resti di palazzi... ...

Terme Acque Albule - Tivoli

Le sorgenti carbonico-solfuree delle Acque Albule, conservano il loro nome che hanno sin dall’ant... ...

Eventi

  • 05/05/2015 - 21/06/2015

    matisse.arabesque

  • 26/03/2016 - 06/09/2015

    Mostra 100 Scialoja. Azione e pensiero

  • 01/04/2015 - 26/07/2015

    Feste Barocche

  • 19/05/2015 - 01/11/2015

    L'eleganza del cibo