Villa Celimontana - Villa Mattei

Via della Navicella, 12, Roma

Villa Celimontana, localizzata in prossimità della chiesa di santa Maria in Domnica è parco pubblico dal 1928. La villa nasce come proprietà suburbana della famiglia Mattei nel 1553. Al centro del parco si erge il Casino Mattei progettato dall’allievo di Michelangelo Jacopo Del Duca. La struttura originale, più volte modificata, doveva essere ad un solo piano, con un portico sulla facciata coronato dal fregio dorico e dalla balaustra tuttora esistenti. L’ampio giardino all’italiana, arricchito da viali e fontane era famoso per la grande quantità di sculture antiche (rinvenute in loco o acquisite dalla famiglia) che lo adornavano. Vi si trovava anche, dal 1587, l’obelisco capitolino, proveniente da Santa Maria in Araceoli, donato dal Comune a Ciriaco Mattei. In età romana l’area ospitava la statio (caserma) della V coorte dei Vigiles. La famiglia Mattei perse la proprietà della villa nel 1802, ma già in precedenza gran parte delle sculture erano andate disperse: in parte vendute, andarono a formare il primo nucleo del Museo Pio Clementino ai Musei Vaticani. A partire dagli inizi del XIX secolo l’area fu soggetta a sistemazioni che hanno tutelato l’aspetto paesaggistico. Dal 1926 è una proprietà del comune di Roma e nel Palazzetto Mattei ha sede la Società Geografica Italiana.

Autore: Jacopo Del Duca (1520-1601)

Futouring Lazio

Villa Celimontana, localizzata in prossimità della chiesa di santa Maria in Domnica è parco pubblico dal 1928. La villa nasce come proprietà suburbana della famiglia Mattei nel 1553. Al centro del parco si erge il Casino Mattei progettato dall’allievo di Michelangelo Jacopo Del Duca. La struttura originale, più volte modificata, doveva essere ad un solo piano, con un portico sulla facciata coronato dal fregio dorico e dalla balaustra tuttora esistenti. L’ampio giardino all’italiana, arricchito da viali e fontane era famoso per la grande quantità di sculture antiche (rinvenute in loco o acquisite dalla famiglia) che lo adornavano. Vi si trovava anche, dal 1587, l’obelisco capitolino, proveniente da Santa Maria in Araceoli, donato dal Comune a Ciriaco Mattei. In età romana l’area ospitava la statio (caserma) della V coorte dei Vigiles. La famiglia Mattei perse la proprietà della villa nel 1802, ma già in precedenza gran parte delle sculture erano andate disperse: in parte vendute, andarono a formare il primo nucleo del Museo Pio Clementino ai Musei Vaticani. A partire dagli inizi del XIX secolo l’area fu soggetta a sistemazioni che hanno tutelato l’aspetto paesaggistico. Dal 1926 è una proprietà del comune di Roma e nel Palazzetto Mattei ha sede la Società Geografica Italiana.

Autore: Jacopo Del Duca (1520-1601)

Futouring Lazio

41.88292,12.497240000000033,16

Villa Celimontana, localizzata in prossimità della chiesa di santa Maria in Domnica è parco pubblico dal 1928. La villa nasce come proprietà suburbana della famiglia Mattei nel 1553. Al centro del parco si erge il Casino Mattei progettato dall’allievo di Michelangelo Jacopo Del Duca. La struttura originale, più volte modificata, doveva essere ad un solo piano, con un portico sulla facciata coronato dal fregio dorico e dalla balaustra tuttora esistenti. L’ampio giardino all’italiana, arricchito da viali e fontane era famoso per la grande quantità di sculture antiche (rinvenute in loco o acquisite dalla famiglia) che lo adornavano. Vi si trovava anche, dal 1587, l’obelisco capitolino, proveniente da Santa Maria in Araceoli, donato dal Comune a Ciriaco Mattei. In età romana l’area ospitava la statio (caserma) della V coorte dei Vigiles. La famiglia Mattei perse la proprietà della villa nel 1802, ma già in precedenza gran parte delle sculture erano andate disperse: in parte vendute, andarono a formare il primo nucleo del Museo Pio Clementino ai Musei Vaticani. A partire dagli inizi del XIX secolo l’area fu soggetta a sistemazioni che hanno tutelato l’aspetto paesaggistico. Dal 1926 è una proprietà del comune di Roma e nel Palazzetto Mattei ha sede la Società Geografica Italiana.

Autore: Jacopo Del Duca (1520-1601)

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • bed & breakfast

    Colosseum b&b

    Via Capo D'Africa, 59, 00184 Roma