Descrizione

Vacanze Romane

Questo itinerario vi porterà nei luoghi antichi in cui i Romani soggiornavano durante le loro vacanze e i momenti di relax. Luoghi sparsi per tutto il litorale laziale, nascosti tra le insenature e la vegetazione che su questi versanti cresce rigogliosa. Erano queste coste la meta preferita dagli abitanti della città aeterna che spesso, prendendosi congedo dagli affari quotidiani, giungevano qui, in sontuose villae. La giornate trascorrevano tranquille, all’insegna del divertimento e dell’otium tra parenti ed amici. Apprenderete con grande stupore che la situazione oggi giorno non risulta essere molto differente.

Primo giorno

I Giardini di Ninfa sono raggiungibili dalla Pontina e saranno la vostra prima sosta. Non riguardano alcuna villa romana, ma la funzione per cui vennero edificati in età moderna è pressappoco la stessa. Furono voluti dal Principe Gelasio Castani nel 1920, e furono edificati su un’antica città medievale che visse il suo massimo splendore durante il XIV secolo. Oggi il paesaggio che vi si manifesta è a dir poco magico. Perdetevi in questo connubio fra natura e rovine, passeggiate lungo strade abbandonate e fate una sosta al laghetto su cui sorgeva il castello e immaginatevi sontuosi giochi d’acqua. Era cosi che dovevano apparire questi giardini, quando il principe Castani volle valorizzare il luogo.

Proseguendo lungo la Pontina, potrete virare verso la costa e proseguire verso la prossima tappa. Sostate ad Anzio, cittadina marittima dove sbarcarono gli americani durante la seconda guerra mondiale. Il luogo preciso dello sbarco si trova oggi davanti a Largo Angelita. La città, tutt’ora meta di turismo locale ed estero, fu soprattutto il luogo più amato dall’Imperatore Nerone. Qui sorge la famosa villa di Nerone, che grazie alla sua posizione direttamente a ridosso della costa, gode di una vista spettacolare, che molto si addiceva all’esuberante ed egocentrico imperatore. Oggi rimane poco della residenza, ma scendete  lungo il sentiero che porta alla spiaggia: con una piacevole passeggiata sul bagnasciuga, riuscirete a scorgere le grandi sostruzioni innestate direttamente sul litorale che dovevano sorreggere il maestoso palazzo che Nerone aveva voluto come sua principale residenza estiva. Oggi vengono comunemente chiamate dai romani “Grotte di Nerone”. Si narra che l’Imperatore dovesse trovarsi proprio in questo luogo durante il “grande incendio” che distrusse Roma, sotto il suo regno. Se sarete fortunati, riuscirete a trovare due tunnel tedeschi scavati all'interno della scogliera. Ancora oggi percorribili, furono creati per permettere un assalto a sorpresa alle navi anglo-americane attraccate nella baia vicina nel 1944. Se voleste attardarvi un altro poco, spingetevi fino a Nettuno, che ospita l’imponente Cimitero Americano della Seconda Guerra Mondiale ed un grazioso borgo medievale in cui potersi perdere. Inoltre se siete fortunati, durante la stagione estiva, questa piccola cittadina è solita organizzare molti eventi e concerti all’aperto.

Riprendete la costiera in direzione sud diretti verso la prossima tappa. Poco prima di giungere a destinazione, potrete sostare a Sabaudia, famosa per essere la meta preferita dei Vips a pochi passi da Roma.

Finalmente arriverete al Circeo, che deve il suo nome alle mitiche vicende di Ulisse. La leggenda vuole che in questo luogo incontaminato sbarcò l’eroe. Qui egli incontrò la potente Maga Circe, la quale si innamorò perdutamente di lui e lo rese prigioniero. Visiterete qui un altro sito nell’ambito delle residenze estive di principi e imperatori. Immersi in un’oasi naturale, potrete accedere alla sfarzosa villa di Domiziano, sul lago di Paola. Meglio conservata della villa neroniana, questa residenza è di inestimabile valore per gli studi archeologici. Conserva tutt’ora intonaci con pitture parietali e pavimenti policromi. Dedicatele una sosta accurata e visitate i vari ambienti che la compongono. Essa infatti era composta da vari edifici tra cui un impianto termale, una palestra e un giardino/ninfeo. L’oasi è talmente estesa che sarà necessaria la prenotazione per una visita guidata. Potrete chiudere la giornata godendovi il tramonto presso la località di Punta Rossa.

Il Circeo è tra le più belle località marittime a sud di Roma. È per questo che vi consigliamo di sostare più a lungo e visitare tutte le splendide insenature e spiagge che quest’area offre.

Secondo Giorno

Ripartite con lo stesso spirito di ieri, alla scoperta di altri paesaggi memorabili e nuovi siti. La prossima fermata sarà Sperlonga. La località è una meta marittima di livello nazionale, e con le sue spiagge, i suoi paesaggi e il suo mare attrae migliaia di turisti. Non a caso fu proprio il luogo scelto dall’imperatore Tiberio per la sua sontuosa residenza estiva. La villa di Tiberio, a differenza delle altre ha una struttura particolare. Entrate e immergetevi nell’atmosfera dell’otium romano, dei banchetti e delle feste che dovevano tenersi all’interno di quest’edificio. Vi accorgerete che il triclinio, ovvero la sala dei banchetti, non era altro che un’insenatura naturale, nel quale Tiberio ordinò di scolpire delle statue di inestimabile valore artistico, oggi conservate nel Museo di Sperlonga, che raccontano alcune fasi del viaggio di Ulisse. Anche qui vale la pena dedicare un po’ del vostro tempo per godere dello splendido mare e del meraviglioso paesino arroccato.

Continuate lungo il vostro percorso costiero, e se siete dei buongustai vi consigliamo vivamente di fermarvi in uno dei tanti caseifici lungo la strada per degustare la famosa Mozzarella di Bufala, unica nel suo genere. Dopo aver percorso uno dei tratti più belli della costa laziale giungerete nell’ultima cittadina marittima dell’itinerario: Gaeta. La città ha restituito ben due residenze aristocratiche.  Nessun imperatore in questo caso, ma sicuramente dignitari e personaggi illustri della Roma antica. Lungo la spiaggia, in una piccola insenatura raggiungibile solo a piedi o a nuoto, incontrerete la villa di Gneo Fonteo. I resti non sono facilmente visibili, vi toccherà inoltrarvi fra la vegetazione della spiaggetta. Una volta nel complesso, vi darete all’esplorazione di questa villa repubblicana di proprietà di uno dei più fidati generali di Marco Antonio, acerrimo nemico di Augusto. Essa è caratterizzata da strutture poste all’interno di grotte e canali che affacciano direttamente sul mare.

Più avanti, proseguendo il tour, vi dovrete addentrare nell’entroterra, all’interno di una riserva naturale. Qui sarà facile riconoscere le strutture antiche, che si stagliano nel complesso naturalistico. Siete di fronte al Mausoleo di Lucio Munazio Planco. Il grande edificio di forma cilindrica e costruito in opera quadrata è accessibile e visitabile all’interno. Ci troviamo anche qui dinanzi ad un importante personaggio aristocratico dell’ultimo periodo repubblicano. Nei pressi del suo sepolcro, doveva trovarsi la residenza estiva, proprio come quelle dei personaggi che avete precedentemente incontrato lungo questo itinerario.

Tutti questi esempi architettonici rappresentano una bella e affascinante cartolina di come vivevano il proprio tempo libero i romani e, ci permettono di rivivere e immaginare quell’atmosfera. Possiamo inoltre affermare che così come erano stati scelti da loro, questi luoghi tutt’ora sono tra le mete preferite dai veri romani per rifugiarsi dalla vita caotica della città. Speriamo che anche per voi siano stati una piacevole alternativa alla tipica visita della Capitale.

Punti di interesse

Personalizza

Giardini di Ninfa

Nel territorio del comune di Cisterna di Latina, si può ammirare il Giardino di Ninfa, fatto real... ...

Villa di Nerone - Anzio

La Villa di Nerone comprende il Porto, fatto costruire da Nerone, di cui restano i due moli; l'ar... ...

Villa di Domiziano - Sabaudia

Sulle sponde del Lago di Sabaudia (Lago di Paola), all’interno della Riserva Naturale “Rovine di ... ...

Villa di Tiberio - Sperlonga

Gioiello della residenza dell’imperatore Tiberio era la spelonca marina, una grotta naturale inse... ...

Mausoleo di Munazio Planco - Gaeta

Il Mausoleo è una imponente struttura cilindrica di 29 m di diametro ed oltre 13 m di altezza. L’... ...

Eventi

  • 05/05/2015 - 21/06/2015

    matisse.arabesque

  • 26/03/2016 - 06/09/2015

    Mostra 100 Scialoja. Azione e pensiero

  • 01/04/2015 - 26/07/2015

    Feste Barocche

  • 19/05/2015 - 01/11/2015

    L'eleganza del cibo