Ara Pacis

Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli), Roma
060608

Dopo le vittoriose campagne dell’imperatore Augusto (23 a.C.-14 d.C.) in Spagna e Gallia il Senato decretò la costruzione in Campo Marzio dell’Ara della Pace Augusta. Il monumento, consacrato nel 13 a.C. e dedicato quattro anni dopo, realizzato in bianco marmo lunense (ma in antico era ricoperto da strati di vividi colori) era costituito da un recinto, elevato su un basso podio, all’interno del quale si trovava l’altare vero e proprio. L’opera costituiva con il Pantheon, l’Orologio solare e il Mausoleo un complesso monumentale e urbanistico di forte valenza ideologica, destinato a celebrare la vita e le opere dell’imperatore assimilate alle origini stesse e alla storia della città come dimostra il programma decorativo del monumento. Il recupero dell'Ara Pacis, iniziato nel XVI secolo con il rinvenimento dei primi frammenti durante i lavori per la costruzione di un palazzo sito in via in Lucina (palazzo di proprietà Peretti, poi Fiano, poi Almagià), si è concluso solo quattro secoli dopo con la ricomposizione del monumento all’interno di una teca “provvisoria” realizzata nel 1938 dall’architetto Vittorio Morpurgo, sostituita solo nel 2006 dal nuovo Museo dell’Ara Pacis dell’architetto Richard Meier.

Futouring Lazio

ORARI:

Martedì-Domenica 9:00-19:00

24 e 31 dicembre 9:00-14:00 

La biglietteria chiude un'ora prima

Giorni di chiusura: Lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre

Dopo le vittoriose campagne dell’imperatore Augusto (23 a.C.-14 d.C.) in Spagna e Gallia il Senato decretò la costruzione in Campo Marzio dell’Ara della Pace Augusta. Il monumento, consacrato nel 13 a.C. e dedicato quattro anni dopo, realizzato in bianco marmo lunense (ma in antico era ricoperto da strati di vividi colori) era costituito da un recinto, elevato su un basso podio, all’interno del quale si trovava l’altare vero e proprio. L’opera costituiva con il Pantheon, l’Orologio solare e il Mausoleo un complesso monumentale e urbanistico di forte valenza ideologica, destinato a celebrare la vita e le opere dell’imperatore assimilate alle origini stesse e alla storia della città come dimostra il programma decorativo del monumento. Il recupero dell'Ara Pacis, iniziato nel XVI secolo con il rinvenimento dei primi frammenti durante i lavori per la costruzione di un palazzo sito in via in Lucina (palazzo di proprietà Peretti, poi Fiano, poi Almagià), si è concluso solo quattro secoli dopo con la ricomposizione del monumento all’interno di una teca “provvisoria” realizzata nel 1938 dall’architetto Vittorio Morpurgo, sostituita solo nel 2006 dal nuovo Museo dell’Ara Pacis dell’architetto Richard Meier.

Futouring Lazio

ORARI:

Martedì-Domenica 9:00-19:00

24 e 31 dicembre 9:00-14:00 

La biglietteria chiude un'ora prima

Giorni di chiusura: Lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre

41.9028,12.47907,17

Dopo le vittoriose campagne dell’imperatore Augusto (23 a.C.-14 d.C.) in Spagna e Gallia il Senato decretò la costruzione in Campo Marzio dell’Ara della Pace Augusta. Il monumento, consacrato nel 13 a.C. e dedicato quattro anni dopo, realizzato in bianco marmo lunense (ma in antico era ricoperto da strati di vividi colori) era costituito da un recinto, elevato su un basso podio, all’interno del quale si trovava l’altare vero e proprio. L’opera costituiva con il Pantheon, l’Orologio solare e il Mausoleo un complesso monumentale e urbanistico di forte valenza ideologica, destinato a celebrare la vita e le opere dell’imperatore assimilate alle origini stesse e alla storia della città come dimostra il programma decorativo del monumento. Il recupero dell'Ara Pacis, iniziato nel XVI secolo con il rinvenimento dei primi frammenti durante i lavori per la costruzione di un palazzo sito in via in Lucina (palazzo di proprietà Peretti, poi Fiano, poi Almagià), si è concluso solo quattro secoli dopo con la ricomposizione del monumento all’interno di una teca “provvisoria” realizzata nel 1938 dall’architetto Vittorio Morpurgo, sostituita solo nel 2006 dal nuovo Museo dell’Ara Pacis dell’architetto Richard Meier.

Futouring Lazio

ORARI:

Martedì-Domenica 9:00-19:00

24 e 31 dicembre 9:00-14:00 

La biglietteria chiude un'ora prima

Giorni di chiusura: Lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma