Chiesa del Salvatore presso Ponte rotto

Piazza Sant’Egidio, 1/b Roma

Soggetto di questo dipinto di “Roma Sparita” è la chiesa medievale di S. Salvatore a Trastevere, presso l’antico ponte Emilio, noto come ponte Rotto, di cui si vede sulla destra l’arcata principale e la laterale sinistra (inv. MR 3). Nella parziale ma minuziosa veduta del ponte, ripreso risalendo la corrente del Tevere, l’arcata laterale reca lo scudo con il drago, emblema araldico di papa Gregorio XIII (Ugo Boncompagni 1572-1585), che restaurò il ponte.In primo piano, i resti della chiesa di S. Salvatore presso il ponte Rotto. La piccola chiesa, demolita nel 1884 per i lavori alle “strade ripuarie” e ai muraglioni, appare in rovina. Sulla sinistra una capannuccia di frasche e canne del fiume ospita il gioco di un gruppo di bambini. Sulla destra, il lavoro di tre operai intenti a segare un blocco di marmo (che reca la firma dell’autore, secondo l’uso dei vedutisti del XVIII secolo), anticipa le demolizioni cui la chiesa andrà soggetta. Le cupole di S. Andrea della Valle e S. Carlo ai Catinari a sinistra e i palazzi del colle Capitolino sulla destra costituiscono lo sfondo della veduta.

Futouring Lazio

Soggetto di questo dipinto di “Roma Sparita” è la chiesa medievale di S. Salvatore a Trastevere, presso l’antico ponte Emilio, noto come ponte Rotto, di cui si vede sulla destra l’arcata principale e la laterale sinistra (inv. MR 3). Nella parziale ma minuziosa veduta del ponte, ripreso risalendo la corrente del Tevere, l’arcata laterale reca lo scudo con il drago, emblema araldico di papa Gregorio XIII (Ugo Boncompagni 1572-1585), che restaurò il ponte.In primo piano, i resti della chiesa di S. Salvatore presso il ponte Rotto. La piccola chiesa, demolita nel 1884 per i lavori alle “strade ripuarie” e ai muraglioni, appare in rovina. Sulla sinistra una capannuccia di frasche e canne del fiume ospita il gioco di un gruppo di bambini. Sulla destra, il lavoro di tre operai intenti a segare un blocco di marmo (che reca la firma dell’autore, secondo l’uso dei vedutisti del XVIII secolo), anticipa le demolizioni cui la chiesa andrà soggetta. Le cupole di S. Andrea della Valle e S. Carlo ai Catinari a sinistra e i palazzi del colle Capitolino sulla destra costituiscono lo sfondo della veduta.

Futouring Lazio

41.88193,12.475321,17

Soggetto di questo dipinto di “Roma Sparita” è la chiesa medievale di S. Salvatore a Trastevere, presso l’antico ponte Emilio, noto come ponte Rotto, di cui si vede sulla destra l’arcata principale e la laterale sinistra (inv. MR 3). Nella parziale ma minuziosa veduta del ponte, ripreso risalendo la corrente del Tevere, l’arcata laterale reca lo scudo con il drago, emblema araldico di papa Gregorio XIII (Ugo Boncompagni 1572-1585), che restaurò il ponte.In primo piano, i resti della chiesa di S. Salvatore presso il ponte Rotto. La piccola chiesa, demolita nel 1884 per i lavori alle “strade ripuarie” e ai muraglioni, appare in rovina. Sulla sinistra una capannuccia di frasche e canne del fiume ospita il gioco di un gruppo di bambini. Sulla destra, il lavoro di tre operai intenti a segare un blocco di marmo (che reca la firma dell’autore, secondo l’uso dei vedutisti del XVIII secolo), anticipa le demolizioni cui la chiesa andrà soggetta. Le cupole di S. Andrea della Valle e S. Carlo ai Catinari a sinistra e i palazzi del colle Capitolino sulla destra costituiscono lo sfondo della veduta.

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse