Colonna di Foca

Via dei Fori Imperiali, Roma

La colonna di Foca è l’ultimo monumento onorario eretto nel Foro Romano. Fu dedicata nel 608 d.C. da Smaragdo esarca d’Italia all’imperatore d’oriente Foca che aveva donato alla Chiesa, nella persona del pontefice Bonifacio IV (608-615), il Pantheon, trasformato nel 609 in chiesa di Santa Maria ad Martyres. La colonna, di ordine corinzio, è alta 13.6 metri e si erge su un alto basamento a gradini recante l’iscrizione dedicatoria che ricorda la sistemazione sulla sommità di una statua dell’imperatore. La colonna è probabilmente un monumento onorario preesistente del II o del III secolo d.C., ridedicato all’imperatore sostituendo l’iscrizione dedicatoria più antica. Parte del basamento è stata distrutta agli inizi del ‘900 per riportare in luce l’iscrizione che ricorda il restauro della pavimentazione della piazza realizzato in età augustea dal pretore L. Naevius Surdinus. La colonna, in parte interrata, rimase per secoli in piedi, rappresentata nelle vedute e nelle incisione di Roma.

Futouring Lazio

La colonna di Foca è l’ultimo monumento onorario eretto nel Foro Romano. Fu dedicata nel 608 d.C. da Smaragdo esarca d’Italia all’imperatore d’oriente Foca che aveva donato alla Chiesa, nella persona del pontefice Bonifacio IV (608-615), il Pantheon, trasformato nel 609 in chiesa di Santa Maria ad Martyres. La colonna, di ordine corinzio, è alta 13.6 metri e si erge su un alto basamento a gradini recante l’iscrizione dedicatoria che ricorda la sistemazione sulla sommità di una statua dell’imperatore. La colonna è probabilmente un monumento onorario preesistente del II o del III secolo d.C., ridedicato all’imperatore sostituendo l’iscrizione dedicatoria più antica. Parte del basamento è stata distrutta agli inizi del ‘900 per riportare in luce l’iscrizione che ricorda il restauro della pavimentazione della piazza realizzato in età augustea dal pretore L. Naevius Surdinus. La colonna, in parte interrata, rimase per secoli in piedi, rappresentata nelle vedute e nelle incisione di Roma.

Futouring Lazio

41.892454,12.48494299999993,18

La colonna di Foca è l’ultimo monumento onorario eretto nel Foro Romano. Fu dedicata nel 608 d.C. da Smaragdo esarca d’Italia all’imperatore d’oriente Foca che aveva donato alla Chiesa, nella persona del pontefice Bonifacio IV (608-615), il Pantheon, trasformato nel 609 in chiesa di Santa Maria ad Martyres. La colonna, di ordine corinzio, è alta 13.6 metri e si erge su un alto basamento a gradini recante l’iscrizione dedicatoria che ricorda la sistemazione sulla sommità di una statua dell’imperatore. La colonna è probabilmente un monumento onorario preesistente del II o del III secolo d.C., ridedicato all’imperatore sostituendo l’iscrizione dedicatoria più antica. Parte del basamento è stata distrutta agli inizi del ‘900 per riportare in luce l’iscrizione che ricorda il restauro della pavimentazione della piazza realizzato in età augustea dal pretore L. Naevius Surdinus. La colonna, in parte interrata, rimase per secoli in piedi, rappresentata nelle vedute e nelle incisione di Roma.

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse