Duomo - Tivoli

Piazza Duomo, Tivoli (RM)

Edificata forse nel V secolo sopra al foro romano, la cattedrale di S. Lorenzo, fu completamente ricostruita nel 1650 dal cardinale Giulio Roma. Facciata in stile barocco con portico a tre fornici; sul lato sinistro si erge l'originario campanile di stile romanico a un piano di doppie monofore e due di doppie bifore, con cuspide piramidale. L’interno è a navata unica con cappelle laterali. Nella quarta cappella destra è conservato il gruppo duecentesco della Deposizione, capolavoro ligneo medievale (recentemente restaurato) e nella seconda cappella sinistra, in una teca, il prezioso Trittico del Salvatore, pregevole pittura su tavola attribuita ai monaci benedettini di Farfa (XII sec.) raffigurante, nel pannello centrale, il Salvatore assiso su un trono intarsiato di gemme e, negli sportelli laterali, S.Giovanni evangelista e Vergine; ricopre il pannello mediano un rivestimento d'argento sbalzato che ripete la figura del Salvatore lasciando visibile la sola testa dipinta; gli sportelli sono pure rivestiti di lamina argentea a sbalzo, con l'Annunciazione, 8 figure di Santi e i simboli degli Evangelisti.

Edificata forse nel V secolo sopra al foro romano, la cattedrale di S. Lorenzo, fu completamente ricostruita nel 1650 dal cardinale Giulio Roma. Facciata in stile barocco con portico a tre fornici; sul lato sinistro si erge l'originario campanile di stile romanico a un piano di doppie monofore e due di doppie bifore, con cuspide piramidale. L’interno è a navata unica con cappelle laterali. Nella quarta cappella destra è conservato il gruppo duecentesco della Deposizione, capolavoro ligneo medievale (recentemente restaurato) e nella seconda cappella sinistra, in una teca, il prezioso Trittico del Salvatore, pregevole pittura su tavola attribuita ai monaci benedettini di Farfa (XII sec.) raffigurante, nel pannello centrale, il Salvatore assiso su un trono intarsiato di gemme e, negli sportelli laterali, S.Giovanni evangelista e Vergine; ricopre il pannello mediano un rivestimento d'argento sbalzato che ripete la figura del Salvatore lasciando visibile la sola testa dipinta; gli sportelli sono pure rivestiti di lamina argentea a sbalzo, con l'Annunciazione, 8 figure di Santi e i simboli degli Evangelisti.

41.96554,12.79683,13

Edificata forse nel V secolo sopra al foro romano, la cattedrale di S. Lorenzo, fu completamente ricostruita nel 1650 dal cardinale Giulio Roma. Facciata in stile barocco con portico a tre fornici; sul lato sinistro si erge l'originario campanile di stile romanico a un piano di doppie monofore e due di doppie bifore, con cuspide piramidale. L’interno è a navata unica con cappelle laterali. Nella quarta cappella destra è conservato il gruppo duecentesco della Deposizione, capolavoro ligneo medievale (recentemente restaurato) e nella seconda cappella sinistra, in una teca, il prezioso Trittico del Salvatore, pregevole pittura su tavola attribuita ai monaci benedettini di Farfa (XII sec.) raffigurante, nel pannello centrale, il Salvatore assiso su un trono intarsiato di gemme e, negli sportelli laterali, S.Giovanni evangelista e Vergine; ricopre il pannello mediano un rivestimento d'argento sbalzato che ripete la figura del Salvatore lasciando visibile la sola testa dipinta; gli sportelli sono pure rivestiti di lamina argentea a sbalzo, con l'Annunciazione, 8 figure di Santi e i simboli degli Evangelisti.

itinerari che contengono questo punto di interesse