Fontana del Mascherone

Via Giulia, Roma

Commissionata probabilmente dal cardinale Odoardo Farnese a Girolamo Rainaldi, la fontana fu completata nel 1626 solo dopo l’ultimazione della canalizzazione dell’Acqua Paola avvenuta nel 1612.

Nella sua sistemazione seicentesca la fontana del Mascherone, ora addossata ad un muro della fine dell’ottocento in via Giulia, era situata nella piazza che si apriva sul retro del Palazzo Farnese e che nel 1660 secolo ospitò un teatro all’aperto. La fontana riutilizzava un’antica vasca termale di granito, di forma rettangolare, addossata ad un prospetto di marmo bianco con due volute laterali e mascherone centrale, che ha dato il nome alla fontana. L’acqua, fuoriuscendo dalla bocca del mascherone, era raccolta prima da un piccolo catino semicircolare a conchiglia dal quale ricadeva poi nella vasca. Il giglio dei Farnese, in origine in travertino, sovrastava il culmine del fondale.

Futouring Lazio

Commissionata probabilmente dal cardinale Odoardo Farnese a Girolamo Rainaldi, la fontana fu completata nel 1626 solo dopo l’ultimazione della canalizzazione dell’Acqua Paola avvenuta nel 1612.

Nella sua sistemazione seicentesca la fontana del Mascherone, ora addossata ad un muro della fine dell’ottocento in via Giulia, era situata nella piazza che si apriva sul retro del Palazzo Farnese e che nel 1660 secolo ospitò un teatro all’aperto. La fontana riutilizzava un’antica vasca termale di granito, di forma rettangolare, addossata ad un prospetto di marmo bianco con due volute laterali e mascherone centrale, che ha dato il nome alla fontana. L’acqua, fuoriuscendo dalla bocca del mascherone, era raccolta prima da un piccolo catino semicircolare a conchiglia dal quale ricadeva poi nella vasca. Il giglio dei Farnese, in origine in travertino, sovrastava il culmine del fondale.

Futouring Lazio

41.893612,12.47,17

Commissionata probabilmente dal cardinale Odoardo Farnese a Girolamo Rainaldi, la fontana fu completata nel 1626 solo dopo l’ultimazione della canalizzazione dell’Acqua Paola avvenuta nel 1612.

Nella sua sistemazione seicentesca la fontana del Mascherone, ora addossata ad un muro della fine dell’ottocento in via Giulia, era situata nella piazza che si apriva sul retro del Palazzo Farnese e che nel 1660 secolo ospitò un teatro all’aperto. La fontana riutilizzava un’antica vasca termale di granito, di forma rettangolare, addossata ad un prospetto di marmo bianco con due volute laterali e mascherone centrale, che ha dato il nome alla fontana. L’acqua, fuoriuscendo dalla bocca del mascherone, era raccolta prima da un piccolo catino semicircolare a conchiglia dal quale ricadeva poi nella vasca. Il giglio dei Farnese, in origine in travertino, sovrastava il culmine del fondale.

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma