Necropoli della Banditaccia - Cervetri

La necropoli etrusca della Banditaccia è costituita da migliaia di tombe ipogee. La parte recintata e visitabile rappresenta solo una piccola porzione dell’intera Necropoli, ma è più che sufficiente per dare al visitatore un’idea della struttura complessiva ed anche della suggestione dei luoghi. La necropoli della Banditaccia, fa parte, dal 2004, della lista dei siti patrimonio dell'umanità dell’UNESCO. Il nome "Banditaccia" deriva dal fatto che dalla fine dell’Ottocento la zona viene "bandita", cioè affittata tramite bando, dai proprietari terrieri di Cerveteri a favore della popolazione locale. Vista la sua imponenza, la Necropoli della Banditaccia è la necropoli antica più estesa di tutta l'area mediterraneo. Le sepolture tipiche della Necropoli sono di due tipologie: a tumulo e a dado. Quelle a tumulo sono caratterizzate da una struttura tufacea a pianta circolare che racchiude all'interno una rappresentazione della casa del defunto, con tanto di corridoio (dromos) per accedere alle varie stanze. Molti particolari dell'interno di queste sepolture ha permesso agli archeologi di venire a conoscenza di aspetti dell’architettura della città dei vivi, mentre i reperti ritrovati hanno fornito informazioni preziose sugli usi casalinghi degli Etruschi. Bellissima e affascinante è la Tomba dei Rilievi: l'interno della tomba, che si può osservare attraverso un vetro, si è mantenuto in condizioni particolarmente buone, permettendo di apprezzare ancor oggi gli stucchi dipinti alle pareti e sulle colonne, che rappresentano oggetti di vita quotidiana.

Giorni e orario apertura: dalle 8.30 a un'ora prima del tramonto (da martedì a domenica); chiuso lunedì, 1 gennaio e 25 dicembre

La necropoli etrusca della Banditaccia è costituita da migliaia di tombe ipogee. La parte recintata e visitabile rappresenta solo una piccola porzione dell’intera Necropoli, ma è più che sufficiente per dare al visitatore un’idea della struttura complessiva ed anche della suggestione dei luoghi. La necropoli della Banditaccia, fa parte, dal 2004, della lista dei siti patrimonio dell'umanità dell’UNESCO. Il nome "Banditaccia" deriva dal fatto che dalla fine dell’Ottocento la zona viene "bandita", cioè affittata tramite bando, dai proprietari terrieri di Cerveteri a favore della popolazione locale. Vista la sua imponenza, la Necropoli della Banditaccia è la necropoli antica più estesa di tutta l'area mediterraneo. Le sepolture tipiche della Necropoli sono di due tipologie: a tumulo e a dado. Quelle a tumulo sono caratterizzate da una struttura tufacea a pianta circolare che racchiude all'interno una rappresentazione della casa del defunto, con tanto di corridoio (dromos) per accedere alle varie stanze. Molti particolari dell'interno di queste sepolture ha permesso agli archeologi di venire a conoscenza di aspetti dell’architettura della città dei vivi, mentre i reperti ritrovati hanno fornito informazioni preziose sugli usi casalinghi degli Etruschi. Bellissima e affascinante è la Tomba dei Rilievi: l'interno della tomba, che si può osservare attraverso un vetro, si è mantenuto in condizioni particolarmente buone, permettendo di apprezzare ancor oggi gli stucchi dipinti alle pareti e sulle colonne, che rappresentano oggetti di vita quotidiana.

Giorni e orario apertura: dalle 8.30 a un'ora prima del tramonto (da martedì a domenica); chiuso lunedì, 1 gennaio e 25 dicembre

41.9985988,12.095520299999976,13

La necropoli etrusca della Banditaccia è costituita da migliaia di tombe ipogee. La parte recintata e visitabile rappresenta solo una piccola porzione dell’intera Necropoli, ma è più che sufficiente per dare al visitatore un’idea della struttura complessiva ed anche della suggestione dei luoghi. La necropoli della Banditaccia, fa parte, dal 2004, della lista dei siti patrimonio dell'umanità dell’UNESCO. Il nome "Banditaccia" deriva dal fatto che dalla fine dell’Ottocento la zona viene "bandita", cioè affittata tramite bando, dai proprietari terrieri di Cerveteri a favore della popolazione locale. Vista la sua imponenza, la Necropoli della Banditaccia è la necropoli antica più estesa di tutta l'area mediterraneo. Le sepolture tipiche della Necropoli sono di due tipologie: a tumulo e a dado. Quelle a tumulo sono caratterizzate da una struttura tufacea a pianta circolare che racchiude all'interno una rappresentazione della casa del defunto, con tanto di corridoio (dromos) per accedere alle varie stanze. Molti particolari dell'interno di queste sepolture ha permesso agli archeologi di venire a conoscenza di aspetti dell’architettura della città dei vivi, mentre i reperti ritrovati hanno fornito informazioni preziose sugli usi casalinghi degli Etruschi. Bellissima e affascinante è la Tomba dei Rilievi: l'interno della tomba, che si può osservare attraverso un vetro, si è mantenuto in condizioni particolarmente buone, permettendo di apprezzare ancor oggi gli stucchi dipinti alle pareti e sulle colonne, che rappresentano oggetti di vita quotidiana.

Giorni e orario apertura: dalle 8.30 a un'ora prima del tramonto (da martedì a domenica); chiuso lunedì, 1 gennaio e 25 dicembre

itinerari che contengono questo punto di interesse