Obelisco di Piazza della Rotonda

Piazza della Rotonda, 7 Roma

L’obelisco egiziano di Rameses II oggi a Piazza della Rotonda, proveniente da Heliopolis, fu rinvenuto dai domenicani nel 1374 presso la chiesa di San Macuto, nell’area occupata nell’antichità dall’ Iseo di Campo Marzio. Nel 1665 fu rinvenuto nel vicino convento dei domenicani, adiacente a Santa Maria sopra Minerva, un secondo obelisco, anch’ esso pertinente al tempio di Iside, posto dal Bernini sulla groppa di un elefante davanti la chiesa. Il primo obelisco, anche detto Macuteo, alto m.6,34, fu eretto accanto alla chiesa di Sant’ Ignazio dove rimase fino al 1711, quando per volere di papa Clemente XI (Gian Francesco Albani 1700-1721) fu collocato davanti al Pantheon a decorare la fontana del Della Porta, fatta costruire da Gregorio XIII (Ugo Boncompagni 1572-585) nel 1575. L’architetto Filippo Barigioni inserì una scogliera decorata con rocce e delfini a sostegno dell’obelisco e una croce di bronzo con la stella sul culmine del monolite.

Autore: Barigioni Filippo (1672-1753).

Futouring Lazio

L’obelisco egiziano di Rameses II oggi a Piazza della Rotonda, proveniente da Heliopolis, fu rinvenuto dai domenicani nel 1374 presso la chiesa di San Macuto, nell’area occupata nell’antichità dall’ Iseo di Campo Marzio. Nel 1665 fu rinvenuto nel vicino convento dei domenicani, adiacente a Santa Maria sopra Minerva, un secondo obelisco, anch’ esso pertinente al tempio di Iside, posto dal Bernini sulla groppa di un elefante davanti la chiesa. Il primo obelisco, anche detto Macuteo, alto m.6,34, fu eretto accanto alla chiesa di Sant’ Ignazio dove rimase fino al 1711, quando per volere di papa Clemente XI (Gian Francesco Albani 1700-1721) fu collocato davanti al Pantheon a decorare la fontana del Della Porta, fatta costruire da Gregorio XIII (Ugo Boncompagni 1572-585) nel 1575. L’architetto Filippo Barigioni inserì una scogliera decorata con rocce e delfini a sostegno dell’obelisco e una croce di bronzo con la stella sul culmine del monolite.

Autore: Barigioni Filippo (1672-1753).

Futouring Lazio

41.89932,12.476742,17

L’obelisco egiziano di Rameses II oggi a Piazza della Rotonda, proveniente da Heliopolis, fu rinvenuto dai domenicani nel 1374 presso la chiesa di San Macuto, nell’area occupata nell’antichità dall’ Iseo di Campo Marzio. Nel 1665 fu rinvenuto nel vicino convento dei domenicani, adiacente a Santa Maria sopra Minerva, un secondo obelisco, anch’ esso pertinente al tempio di Iside, posto dal Bernini sulla groppa di un elefante davanti la chiesa. Il primo obelisco, anche detto Macuteo, alto m.6,34, fu eretto accanto alla chiesa di Sant’ Ignazio dove rimase fino al 1711, quando per volere di papa Clemente XI (Gian Francesco Albani 1700-1721) fu collocato davanti al Pantheon a decorare la fontana del Della Porta, fatta costruire da Gregorio XIII (Ugo Boncompagni 1572-585) nel 1575. L’architetto Filippo Barigioni inserì una scogliera decorata con rocce e delfini a sostegno dell’obelisco e una croce di bronzo con la stella sul culmine del monolite.

Autore: Barigioni Filippo (1672-1753).

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma