Palazzo Capranica

Via in Aquiro, 100 Roma

Costruito nel 1451 dal cardinale Domenico Capranica, alla morte di questi fu ampliato dal fratello Angelo per accogliere il collegio Capranicense, fondato nel 1456 da Domenico per favorire l’inserimento dei giovani nella carriera ecclesiastica, cui si accede da un grande portale. La tradizione vuole che l’edificio sia stato costruito sui resti della casa di Sant’Agnese, la cui cappella chiude il lato settentrionale. Raro esempio dell’architettura civile del primo rinascimento a Roma, aveva l’aspetto del palazzo-fortezza originariamente ad un solo piano e torre laterale, poi dotata di loggia superiore. La facciata conserva le bifore trilobate di marmo della prima metà del quattrocento. Nel XVI secolo Giorgio Vasari ricorda gli affreschi che decoravano la facciata del palazzo, attribuendoli a Polidoro da Caravaggio e al suo collaboratore Maturino da Firenze. Nel 1678 fu realizzato all’interno un teatro privato per Pompeo e Federico Capranica, ricostruito da Carlo Buratti alla fine del XVII secolo e poi trasformato dal 1922 in cinematografo.

Futouring Lazio

Costruito nel 1451 dal cardinale Domenico Capranica, alla morte di questi fu ampliato dal fratello Angelo per accogliere il collegio Capranicense, fondato nel 1456 da Domenico per favorire l’inserimento dei giovani nella carriera ecclesiastica, cui si accede da un grande portale. La tradizione vuole che l’edificio sia stato costruito sui resti della casa di Sant’Agnese, la cui cappella chiude il lato settentrionale. Raro esempio dell’architettura civile del primo rinascimento a Roma, aveva l’aspetto del palazzo-fortezza originariamente ad un solo piano e torre laterale, poi dotata di loggia superiore. La facciata conserva le bifore trilobate di marmo della prima metà del quattrocento. Nel XVI secolo Giorgio Vasari ricorda gli affreschi che decoravano la facciata del palazzo, attribuendoli a Polidoro da Caravaggio e al suo collaboratore Maturino da Firenze. Nel 1678 fu realizzato all’interno un teatro privato per Pompeo e Federico Capranica, ricostruito da Carlo Buratti alla fine del XVII secolo e poi trasformato dal 1922 in cinematografo.

Futouring Lazio

41.90011,12.4778,17

Costruito nel 1451 dal cardinale Domenico Capranica, alla morte di questi fu ampliato dal fratello Angelo per accogliere il collegio Capranicense, fondato nel 1456 da Domenico per favorire l’inserimento dei giovani nella carriera ecclesiastica, cui si accede da un grande portale. La tradizione vuole che l’edificio sia stato costruito sui resti della casa di Sant’Agnese, la cui cappella chiude il lato settentrionale. Raro esempio dell’architettura civile del primo rinascimento a Roma, aveva l’aspetto del palazzo-fortezza originariamente ad un solo piano e torre laterale, poi dotata di loggia superiore. La facciata conserva le bifore trilobate di marmo della prima metà del quattrocento. Nel XVI secolo Giorgio Vasari ricorda gli affreschi che decoravano la facciata del palazzo, attribuendoli a Polidoro da Caravaggio e al suo collaboratore Maturino da Firenze. Nel 1678 fu realizzato all’interno un teatro privato per Pompeo e Federico Capranica, ricostruito da Carlo Buratti alla fine del XVII secolo e poi trasformato dal 1922 in cinematografo.

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma