Piazza di Spagna

Piazza di Spagna, 22 Roma

Piazza di Spagna, posta tra via Due Macelli e via del Babuino, prende il nome dal palazzo di Spagna, opera di Antonio Del Grande e sede, dal 1647, dell’ambasciata di Spagna presso lo Stato Pontificio. Agli inizi del Seicento la piazza presentava una forma irregolare costituita da due spazi accostati, dei quali uno denominato piazza di Spagna, sul quale si trova il palazzo dell’ambasciatore spagnolo e l’altro piazza di Francia, dominato dalla mole della Villa Medici, posta sull’altura caratterizzata da un dirupo naturale, poi monumentalizzato nella settecentesca scalinata di Trinità dei Monti. La piazza è costituita da due triangoli aventi un vertice comune: il settore a destra, di maggiori dimensioni, è dominato dalla Scalinata di Trinità de’ Monti ai piedi della quale è la fontana della Barcaccia; nel settore a sinistra sorgono grandi edifici, tra cui il palazzo di Spagna. Di fronte al palazzo si innalza la colonna romana in marmo cipollino sovrastata dalla statua della Madonna, eretta l’8 dicembre 1857 per celebrare la proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione: ogni anno, in occasione della festa, riceve l’omaggio floreale del popolo romano. Sul lato verso via Frattina è il palazzo della Propaganda Fide, commissionato dapprima a Gian Lorenzo Bernini, fu terminato dall’architetto Francesco Borromini dal 1647, che intervenne anche sull vicino oratorio dei Re Magi. Sul lato destro della scalinata si affaccia il palazzetto settecentesco, noto come Casina Rossa, dove abitò e morì il poeta inglese John Keats (1821), oggi sede della Shelley and Keats Memorial House.

Futouring Lazio

ORARI Shelley and Keats Memorial House:

Lunedì-Sabato 10:00-13:00 / 14:00-18:00

Domenica chiuso

La piazza

Piazza di Spagna, posta tra via Due Macelli e via del Babuino, prende il nome dal palazzo di Spagna, opera di Antonio Del Grande e sede, dal 1647, dell’ambasciata di Spagna presso lo Stato Pontificio. Agli inizi del Seicento la piazza presentava una forma irregolare costituita da due spazi accostati, dei quali uno denominato piazza di Spagna, sul quale si trova il palazzo dell’ambasciatore spagnolo e l’altro piazza di Francia, dominato dalla mole della Villa Medici, posta sull’altura caratterizzata da un dirupo naturale, poi monumentalizzato nella settecentesca scalinata di Trinità dei Monti. La piazza è costituita da due triangoli aventi un vertice comune: il settore a destra, di maggiori dimensioni, è dominato dalla Scalinata di Trinità de’ Monti ai piedi della quale è la fontana della Barcaccia; nel settore a sinistra sorgono grandi edifici, tra cui il palazzo di Spagna. Di fronte al palazzo si innalza la colonna romana in marmo cipollino sovrastata dalla statua della Madonna, eretta l’8 dicembre 1857 per celebrare la proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione: ogni anno, in occasione della festa, riceve l’omaggio floreale del popolo romano. Sul lato verso via Frattina è il palazzo della Propaganda Fide, commissionato dapprima a Gian Lorenzo Bernini, fu terminato dall’architetto Francesco Borromini dal 1647, che intervenne anche sull vicino oratorio dei Re Magi. Sul lato destro della scalinata si affaccia il palazzetto settecentesco, noto come Casina Rossa, dove abitò e morì il poeta inglese John Keats (1821), oggi sede della Shelley and Keats Memorial House.

Futouring Lazio

ORARI Shelley and Keats Memorial House:

Lunedì-Sabato 10:00-13:00 / 14:00-18:00

Domenica chiuso

41.905926,12.482196,17

Piazza di Spagna, posta tra via Due Macelli e via del Babuino, prende il nome dal palazzo di Spagna, opera di Antonio Del Grande e sede, dal 1647, dell’ambasciata di Spagna presso lo Stato Pontificio. Agli inizi del Seicento la piazza presentava una forma irregolare costituita da due spazi accostati, dei quali uno denominato piazza di Spagna, sul quale si trova il palazzo dell’ambasciatore spagnolo e l’altro piazza di Francia, dominato dalla mole della Villa Medici, posta sull’altura caratterizzata da un dirupo naturale, poi monumentalizzato nella settecentesca scalinata di Trinità dei Monti. La piazza è costituita da due triangoli aventi un vertice comune: il settore a destra, di maggiori dimensioni, è dominato dalla Scalinata di Trinità de’ Monti ai piedi della quale è la fontana della Barcaccia; nel settore a sinistra sorgono grandi edifici, tra cui il palazzo di Spagna. Di fronte al palazzo si innalza la colonna romana in marmo cipollino sovrastata dalla statua della Madonna, eretta l’8 dicembre 1857 per celebrare la proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione: ogni anno, in occasione della festa, riceve l’omaggio floreale del popolo romano. Sul lato verso via Frattina è il palazzo della Propaganda Fide, commissionato dapprima a Gian Lorenzo Bernini, fu terminato dall’architetto Francesco Borromini dal 1647, che intervenne anche sull vicino oratorio dei Re Magi. Sul lato destro della scalinata si affaccia il palazzetto settecentesco, noto come Casina Rossa, dove abitò e morì il poeta inglese John Keats (1821), oggi sede della Shelley and Keats Memorial House.

Futouring Lazio

ORARI Shelley and Keats Memorial House:

Lunedì-Sabato 10:00-13:00 / 14:00-18:00

Domenica chiuso

itinerari che contengono questo punto di interesse