Piazza Farnese

Piazza Farnese, 67 Roma

Piazza Farnese nasce nel XVI secolo, quando il cardinale Alessandro Farnese (il futuro papa Paolo III, 1534-1549) divenne proprietario delle case del cardinale Ferritz e di altre, in seguito demolite, per costruire palazzo Farnese (realizzato tra il 1517 e il 1559, dal 1874 sede dell’ambasciata di Francia), davanti al quale viene aperta una piazza rettangolare, in diretto rapporto con il palazzo che ne occupa frontalmente un lato, divenendone il fondale. In asse con l’accesso, viene tracciata via dei Baullari che si apre quasi al centro dello spazio rettangolare, proiettata in direzione di Piazza Navona, con la quale un progetto mai realizzato prevedeva un collegamento. La piazza, spazio urbano emblematico della famiglia, ospitò feste e giochi. La piazza fu decorata dalle due fontane gemelle realizzate da Girolamo Rainaldi nel 1626: l’acqua fuoriesce dai gigli dei Farnese, ricadendo prima in piccoli bacini marmorei, poi in due colossali vasconi in granito grigio provenienti dalle terme di Caracalla e infine in bacini mistilinei.

Di fronte a palazzo Farnese è il palazzo del Gallo di Roccagiovine, realizzato nel XVIII secolo da Alessandro Specchi, dotate di scalone a spirale con colonne all’interno del cortile. Sulla piazza si affaccia la chiesa di Santa Brigida, edificata nel 1391 sulla casa della stessa santa e ricostruita nel XVIII secolo.

Futouring Lazio

Piazza Farnese nasce nel XVI secolo, quando il cardinale Alessandro Farnese (il futuro papa Paolo III, 1534-1549) divenne proprietario delle case del cardinale Ferritz e di altre, in seguito demolite, per costruire palazzo Farnese (realizzato tra il 1517 e il 1559, dal 1874 sede dell’ambasciata di Francia), davanti al quale viene aperta una piazza rettangolare, in diretto rapporto con il palazzo che ne occupa frontalmente un lato, divenendone il fondale. In asse con l’accesso, viene tracciata via dei Baullari che si apre quasi al centro dello spazio rettangolare, proiettata in direzione di Piazza Navona, con la quale un progetto mai realizzato prevedeva un collegamento. La piazza, spazio urbano emblematico della famiglia, ospitò feste e giochi. La piazza fu decorata dalle due fontane gemelle realizzate da Girolamo Rainaldi nel 1626: l’acqua fuoriesce dai gigli dei Farnese, ricadendo prima in piccoli bacini marmorei, poi in due colossali vasconi in granito grigio provenienti dalle terme di Caracalla e infine in bacini mistilinei.

Di fronte a palazzo Farnese è il palazzo del Gallo di Roccagiovine, realizzato nel XVIII secolo da Alessandro Specchi, dotate di scalone a spirale con colonne all’interno del cortile. Sulla piazza si affaccia la chiesa di Santa Brigida, edificata nel 1391 sulla casa della stessa santa e ricostruita nel XVIII secolo.

Futouring Lazio

41.895107,12.471211,17

Piazza Farnese nasce nel XVI secolo, quando il cardinale Alessandro Farnese (il futuro papa Paolo III, 1534-1549) divenne proprietario delle case del cardinale Ferritz e di altre, in seguito demolite, per costruire palazzo Farnese (realizzato tra il 1517 e il 1559, dal 1874 sede dell’ambasciata di Francia), davanti al quale viene aperta una piazza rettangolare, in diretto rapporto con il palazzo che ne occupa frontalmente un lato, divenendone il fondale. In asse con l’accesso, viene tracciata via dei Baullari che si apre quasi al centro dello spazio rettangolare, proiettata in direzione di Piazza Navona, con la quale un progetto mai realizzato prevedeva un collegamento. La piazza, spazio urbano emblematico della famiglia, ospitò feste e giochi. La piazza fu decorata dalle due fontane gemelle realizzate da Girolamo Rainaldi nel 1626: l’acqua fuoriesce dai gigli dei Farnese, ricadendo prima in piccoli bacini marmorei, poi in due colossali vasconi in granito grigio provenienti dalle terme di Caracalla e infine in bacini mistilinei.

Di fronte a palazzo Farnese è il palazzo del Gallo di Roccagiovine, realizzato nel XVIII secolo da Alessandro Specchi, dotate di scalone a spirale con colonne all’interno del cortile. Sulla piazza si affaccia la chiesa di Santa Brigida, edificata nel 1391 sulla casa della stessa santa e ricostruita nel XVIII secolo.

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma