Piazza Sant'Ignazio

Piazza Sant’Ignazio, Roma

Piazza Sant’Ignazio si estende da via del Caravita a via del Seminario. Il nome deriva dalla chiesa costruita nel 1626 per volere del cardinale Ludovico Ludovisi che delimita la piazza su uno dei lati. La sistemazione della piazza, voluta da Benedetto XIII (Pier Francesco Orsini, 1724-1730), fu compiuta nel 1727-28 dai gesuiti che la commissionarono a Filippo Raguzzini. L’architetto ideò una planimetria articolata da palazzetti, in stile rococò, disposti come la scena di un teatro: gli edifici di fondo hanno facciate curvilinee, quelli laterali rettilinee.

Le proporzioni molto grandi della facciata della chiesa, benché contrapposte alle dimensioni ristrette della piazza, ben si armonizzano con i palazzi, detti “burrò” (ovvero “armadi” in dialetto romanesco, dal francese bureau). Nel palazzetto centrale ha sede, fin dalla sua fondazione nel 1969, il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

Autore: Raguzzini Filippo (1680-1771).

Futouring Lazio

Piazza Sant’Ignazio si estende da via del Caravita a via del Seminario. Il nome deriva dalla chiesa costruita nel 1626 per volere del cardinale Ludovico Ludovisi che delimita la piazza su uno dei lati. La sistemazione della piazza, voluta da Benedetto XIII (Pier Francesco Orsini, 1724-1730), fu compiuta nel 1727-28 dai gesuiti che la commissionarono a Filippo Raguzzini. L’architetto ideò una planimetria articolata da palazzetti, in stile rococò, disposti come la scena di un teatro: gli edifici di fondo hanno facciate curvilinee, quelli laterali rettilinee.

Le proporzioni molto grandi della facciata della chiesa, benché contrapposte alle dimensioni ristrette della piazza, ben si armonizzano con i palazzi, detti “burrò” (ovvero “armadi” in dialetto romanesco, dal francese bureau). Nel palazzetto centrale ha sede, fin dalla sua fondazione nel 1969, il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

Autore: Raguzzini Filippo (1680-1771).

Futouring Lazio

41.899357,12.479684,17

Piazza Sant’Ignazio si estende da via del Caravita a via del Seminario. Il nome deriva dalla chiesa costruita nel 1626 per volere del cardinale Ludovico Ludovisi che delimita la piazza su uno dei lati. La sistemazione della piazza, voluta da Benedetto XIII (Pier Francesco Orsini, 1724-1730), fu compiuta nel 1727-28 dai gesuiti che la commissionarono a Filippo Raguzzini. L’architetto ideò una planimetria articolata da palazzetti, in stile rococò, disposti come la scena di un teatro: gli edifici di fondo hanno facciate curvilinee, quelli laterali rettilinee.

Le proporzioni molto grandi della facciata della chiesa, benché contrapposte alle dimensioni ristrette della piazza, ben si armonizzano con i palazzi, detti “burrò” (ovvero “armadi” in dialetto romanesco, dal francese bureau). Nel palazzetto centrale ha sede, fin dalla sua fondazione nel 1969, il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

Autore: Raguzzini Filippo (1680-1771).

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma