Santa Barbara dei Librai

Largo dei Librari, 91 Roma

La chiesa, realizzata nell’area del teatro di Pompeo, come indica un’iscrizione conservata all’interno, venne fondata nell’XI secolo da Giovanni di Crescenzio de Roizo e da sua moglie Rogata. Agli inizi del XVI secolo aveva il titolo Cardinalizio ma nel 1600 venne ceduta alla confraternita dei Librai: rimase in uso fino al 1878, anno in cui la confraternita si sciolse. Dopo essere stata sconsacrata ed utilizzata anche come magazzino la chiesa è stata riaperta al culto nel 1982 ed oggetto di un accurato restauro tra il 1990 e il 1993. Di ridottissime dimensioni, affacciata su una piazzetta di forma trapezoidale e in leggera salita al fine di ottenere il massimo effetto scenografico, presenta l’interno a una sola navata con cappelle laterali e ricche decorazioni di stile barocco relative ad un rifacimento del 1680. L’edificio è un esempio dell’importanza che le confraternite ebbero a Roma tra XVI e XIX secolo nella vita religiosa e sociale della città e negli interventi a favore delle attività artistiche.

Futouring Lazio

La chiesa, realizzata nell’area del teatro di Pompeo, come indica un’iscrizione conservata all’interno, venne fondata nell’XI secolo da Giovanni di Crescenzio de Roizo e da sua moglie Rogata. Agli inizi del XVI secolo aveva il titolo Cardinalizio ma nel 1600 venne ceduta alla confraternita dei Librai: rimase in uso fino al 1878, anno in cui la confraternita si sciolse. Dopo essere stata sconsacrata ed utilizzata anche come magazzino la chiesa è stata riaperta al culto nel 1982 ed oggetto di un accurato restauro tra il 1990 e il 1993. Di ridottissime dimensioni, affacciata su una piazzetta di forma trapezoidale e in leggera salita al fine di ottenere il massimo effetto scenografico, presenta l’interno a una sola navata con cappelle laterali e ricche decorazioni di stile barocco relative ad un rifacimento del 1680. L’edificio è un esempio dell’importanza che le confraternite ebbero a Roma tra XVI e XIX secolo nella vita religiosa e sociale della città e negli interventi a favore delle attività artistiche.

Futouring Lazio

41.89481,12.473747,17

La chiesa, realizzata nell’area del teatro di Pompeo, come indica un’iscrizione conservata all’interno, venne fondata nell’XI secolo da Giovanni di Crescenzio de Roizo e da sua moglie Rogata. Agli inizi del XVI secolo aveva il titolo Cardinalizio ma nel 1600 venne ceduta alla confraternita dei Librai: rimase in uso fino al 1878, anno in cui la confraternita si sciolse. Dopo essere stata sconsacrata ed utilizzata anche come magazzino la chiesa è stata riaperta al culto nel 1982 ed oggetto di un accurato restauro tra il 1990 e il 1993. Di ridottissime dimensioni, affacciata su una piazzetta di forma trapezoidale e in leggera salita al fine di ottenere il massimo effetto scenografico, presenta l’interno a una sola navata con cappelle laterali e ricche decorazioni di stile barocco relative ad un rifacimento del 1680. L’edificio è un esempio dell’importanza che le confraternite ebbero a Roma tra XVI e XIX secolo nella vita religiosa e sociale della città e negli interventi a favore delle attività artistiche.

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma