Tempio del Divo Adriano

Piazza di Pietra, 39 Roma

Il tempio di Adriano, localizzato nel Campo Marzio, venne eretto da Antonino Pio nel 145 in onore dell'imperatore Adriano, divinizzato dopo la sua morte. Il tempio, periptero ovvero circondato da colonne (otto sulla fronte e tredici sui lati lunghi), si innalzava su un alto podio preceduto da una scalinata. La cella, in blocchi di peperino foderati da lastre di marmo, era coperta da una volta a botte cassettonata. Nei Musei Capitolini, nel cortile del Palazzo dei Conservatori, si conservano una serie di rilievi con province romane, relativi alla decorazione dei plinti di sostegno delle colonne che decoravano le pareti interne della cella. L’edificio sorgeva al centro di una grande piazza, forse porticata, che si apriva verso la Via Lata (oggi via del Corso) con un arco trionfale. I suoi resti sono inglobati in un edificio del XVII secolo, eretto da Carlo Fontana. Del monumento, benché spogliato in età medievale e rinascimentale di gran parte della decorazione architettonica, rimangono ben leggibili il lato nord (su piazza di Pietra) e i volumi interni in quanto inglobati in un edificio adibito nel 1695 a Dogana di Terra e dal 1879 a sede della Borsa Valori e Camera di Commercio di Roma.

Futouring Lazio

Il tempio di Adriano, localizzato nel Campo Marzio, venne eretto da Antonino Pio nel 145 in onore dell'imperatore Adriano, divinizzato dopo la sua morte. Il tempio, periptero ovvero circondato da colonne (otto sulla fronte e tredici sui lati lunghi), si innalzava su un alto podio preceduto da una scalinata. La cella, in blocchi di peperino foderati da lastre di marmo, era coperta da una volta a botte cassettonata. Nei Musei Capitolini, nel cortile del Palazzo dei Conservatori, si conservano una serie di rilievi con province romane, relativi alla decorazione dei plinti di sostegno delle colonne che decoravano le pareti interne della cella. L’edificio sorgeva al centro di una grande piazza, forse porticata, che si apriva verso la Via Lata (oggi via del Corso) con un arco trionfale. I suoi resti sono inglobati in un edificio del XVII secolo, eretto da Carlo Fontana. Del monumento, benché spogliato in età medievale e rinascimentale di gran parte della decorazione architettonica, rimangono ben leggibili il lato nord (su piazza di Pietra) e i volumi interni in quanto inglobati in un edificio adibito nel 1695 a Dogana di Terra e dal 1879 a sede della Borsa Valori e Camera di Commercio di Roma.

Futouring Lazio

41.9,12.47936,17

Il tempio di Adriano, localizzato nel Campo Marzio, venne eretto da Antonino Pio nel 145 in onore dell'imperatore Adriano, divinizzato dopo la sua morte. Il tempio, periptero ovvero circondato da colonne (otto sulla fronte e tredici sui lati lunghi), si innalzava su un alto podio preceduto da una scalinata. La cella, in blocchi di peperino foderati da lastre di marmo, era coperta da una volta a botte cassettonata. Nei Musei Capitolini, nel cortile del Palazzo dei Conservatori, si conservano una serie di rilievi con province romane, relativi alla decorazione dei plinti di sostegno delle colonne che decoravano le pareti interne della cella. L’edificio sorgeva al centro di una grande piazza, forse porticata, che si apriva verso la Via Lata (oggi via del Corso) con un arco trionfale. I suoi resti sono inglobati in un edificio del XVII secolo, eretto da Carlo Fontana. Del monumento, benché spogliato in età medievale e rinascimentale di gran parte della decorazione architettonica, rimangono ben leggibili il lato nord (su piazza di Pietra) e i volumi interni in quanto inglobati in un edificio adibito nel 1695 a Dogana di Terra e dal 1879 a sede della Borsa Valori e Camera di Commercio di Roma.

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma