Via Recta

Via dei Coronari, 1-5 Roma

La Via Recta era uno degli assi principali che attraversavano trasversalmente l’area del Campo Marzio. La dicitura della via, chiaramente riferibile al lungo rettifilo del tracciato, appare soltanto in Seneca, tanto che alcuni studiosi moderni preferiscono il più diffuso termine via Tecta. La via costituirebbe un asse di collegamento est-ovest fra la via Lata/Flaminia e il ponte Neroniano sul Tevere, tracciato posto immediatamente a nord dell’importante settore urbanistico monumentale che comprendeva lo stadio di Domiziano (piazza Navona) e le Thermae Neronianae. La strada era situata tra l’antichissima area sacra del Tarentum (a sud Ovest dell’odierno Corso Vittorio Emanuele II), nel Campo Marzio e l’area centrale del Campo Marzio, dove sorgeva la colonna Antonina. La persistenza di tale tracciato è testimoniata anche in età medievale e rinascimentale della dicitura via Recta, modificata soltanto in età moderna dalle nuove diciture di Via dei Coronari e via delle Coppelle, il cui allineamento ricalca perfettamente il tracciato della strada di età romana e medievale.

Futouring Lazio

La Via Recta era uno degli assi principali che attraversavano trasversalmente l’area del Campo Marzio. La dicitura della via, chiaramente riferibile al lungo rettifilo del tracciato, appare soltanto in Seneca, tanto che alcuni studiosi moderni preferiscono il più diffuso termine via Tecta. La via costituirebbe un asse di collegamento est-ovest fra la via Lata/Flaminia e il ponte Neroniano sul Tevere, tracciato posto immediatamente a nord dell’importante settore urbanistico monumentale che comprendeva lo stadio di Domiziano (piazza Navona) e le Thermae Neronianae. La strada era situata tra l’antichissima area sacra del Tarentum (a sud Ovest dell’odierno Corso Vittorio Emanuele II), nel Campo Marzio e l’area centrale del Campo Marzio, dove sorgeva la colonna Antonina. La persistenza di tale tracciato è testimoniata anche in età medievale e rinascimentale della dicitura via Recta, modificata soltanto in età moderna dalle nuove diciture di Via dei Coronari e via delle Coppelle, il cui allineamento ricalca perfettamente il tracciato della strada di età romana e medievale.

Futouring Lazio

41.90047,12.47246,17

La Via Recta era uno degli assi principali che attraversavano trasversalmente l’area del Campo Marzio. La dicitura della via, chiaramente riferibile al lungo rettifilo del tracciato, appare soltanto in Seneca, tanto che alcuni studiosi moderni preferiscono il più diffuso termine via Tecta. La via costituirebbe un asse di collegamento est-ovest fra la via Lata/Flaminia e il ponte Neroniano sul Tevere, tracciato posto immediatamente a nord dell’importante settore urbanistico monumentale che comprendeva lo stadio di Domiziano (piazza Navona) e le Thermae Neronianae. La strada era situata tra l’antichissima area sacra del Tarentum (a sud Ovest dell’odierno Corso Vittorio Emanuele II), nel Campo Marzio e l’area centrale del Campo Marzio, dove sorgeva la colonna Antonina. La persistenza di tale tracciato è testimoniata anche in età medievale e rinascimentale della dicitura via Recta, modificata soltanto in età moderna dalle nuove diciture di Via dei Coronari e via delle Coppelle, il cui allineamento ricalca perfettamente il tracciato della strada di età romana e medievale.

Futouring Lazio

itinerari che contengono questo punto di interesse

Nei pressi

  • Bistrot

    I vicini bistrot

    Via di Torre Argentina, 70, Roma