Villa d'Este - Tivoli

Villa d'este, Tivoli (RM)
199.766.166

Fu costruita nel '500 per il cardinale Ippolito II d'Este da Pirro Ligorio, che trasformò un convento benedettino e progettò anche il parco e varie fontane. Il palazzo, di sobrie linee architettoniche, conserva sale decorate da affreschi di scuola romana del '500 (Livio Agresti, Federico Zuccari, Gerolamo Muziano). Dalla loggia superba è la vista sul giardino**, che digrada a terrazze simmetriche, rivestite di ricca vegetazione e animate da numerose fontane e giochi d'acqua. Dallo scalone si scende passando per la fontana del Bicchierone, forse opera di Bernini (a sinistra, in fondo è la grotta di Diana, ornata di stucchi), al suggestivo viale delle Cento fontane, con getti d'acqua e sculture. Alla sua estremità destra è la fontana di Tìvoli di Pirro Ligorio, detta anche fontana dell'Ovato per la sua forma, che rappresenta la cascata di Tìvoli, i suoi monti e i tre fiumi, simboleggiati da statue. All'estremità sinistra del viale è la fontana di Roma o Rometta, riproduzione in miniatura di edifici dell'antica Roma. Continuando lungo il viale centrale si scende alla fontana dei Draghi, altra opera del Ligorio (cosiddetta per i draghi gentilizi di Gregorio XIII che, afferma la tradizione, furono eseguiti in una sola notte nel 1572), quindi al piano ove si allineano tre peschiere. Sulla destra, in fondo, è la grande fontana dell'Organo, recentemente restaurata, iniziata nel 1568 e terminata nel 1611, con monumentale prospetto architettonico: la caduta dell'acqua azionava un organo idraulico completamente automatico. Il viale centrale termina alla rotonda dei Cipressi.

ORARI: 

Gennaio 8:30 - 17:00
Febbraio 8:30 - 17:30
Marzo 8:30 - 18:15
Aprile 8:30- 19:30
Maggio 8:30 - 19:45
Giugno 8:30 - 19:45
Luglio 8:30 - 19:45
Agosto 8:30 - 19:45
Settembre 8:30 - 19:15
Ottobre 8:30 - 18:30
Novembre 8:30 - 17:00
Dicembre 8:30 - 17:00                                          

Fu costruita nel '500 per il cardinale Ippolito II d'Este da Pirro Ligorio, che trasformò un convento benedettino e progettò anche il parco e varie fontane. Il palazzo, di sobrie linee architettoniche, conserva sale decorate da affreschi di scuola romana del '500 (Livio Agresti, Federico Zuccari, Gerolamo Muziano). Dalla loggia superba è la vista sul giardino**, che digrada a terrazze simmetriche, rivestite di ricca vegetazione e animate da numerose fontane e giochi d'acqua. Dallo scalone si scende passando per la fontana del Bicchierone, forse opera di Bernini (a sinistra, in fondo è la grotta di Diana, ornata di stucchi), al suggestivo viale delle Cento fontane, con getti d'acqua e sculture. Alla sua estremità destra è la fontana di Tìvoli di Pirro Ligorio, detta anche fontana dell'Ovato per la sua forma, che rappresenta la cascata di Tìvoli, i suoi monti e i tre fiumi, simboleggiati da statue. All'estremità sinistra del viale è la fontana di Roma o Rometta, riproduzione in miniatura di edifici dell'antica Roma. Continuando lungo il viale centrale si scende alla fontana dei Draghi, altra opera del Ligorio (cosiddetta per i draghi gentilizi di Gregorio XIII che, afferma la tradizione, furono eseguiti in una sola notte nel 1572), quindi al piano ove si allineano tre peschiere. Sulla destra, in fondo, è la grande fontana dell'Organo, recentemente restaurata, iniziata nel 1568 e terminata nel 1611, con monumentale prospetto architettonico: la caduta dell'acqua azionava un organo idraulico completamente automatico. Il viale centrale termina alla rotonda dei Cipressi.

ORARI: 

Gennaio 8:30 - 17:00
Febbraio 8:30 - 17:30
Marzo 8:30 - 18:15
Aprile 8:30- 19:30
Maggio 8:30 - 19:45
Giugno 8:30 - 19:45
Luglio 8:30 - 19:45
Agosto 8:30 - 19:45
Settembre 8:30 - 19:15
Ottobre 8:30 - 18:30
Novembre 8:30 - 17:00
Dicembre 8:30 - 17:00                                          

41.9633123,12.79580580000004,15

Fu costruita nel '500 per il cardinale Ippolito II d'Este da Pirro Ligorio, che trasformò un convento benedettino e progettò anche il parco e varie fontane. Il palazzo, di sobrie linee architettoniche, conserva sale decorate da affreschi di scuola romana del '500 (Livio Agresti, Federico Zuccari, Gerolamo Muziano). Dalla loggia superba è la vista sul giardino**, che digrada a terrazze simmetriche, rivestite di ricca vegetazione e animate da numerose fontane e giochi d'acqua. Dallo scalone si scende passando per la fontana del Bicchierone, forse opera di Bernini (a sinistra, in fondo è la grotta di Diana, ornata di stucchi), al suggestivo viale delle Cento fontane, con getti d'acqua e sculture. Alla sua estremità destra è la fontana di Tìvoli di Pirro Ligorio, detta anche fontana dell'Ovato per la sua forma, che rappresenta la cascata di Tìvoli, i suoi monti e i tre fiumi, simboleggiati da statue. All'estremità sinistra del viale è la fontana di Roma o Rometta, riproduzione in miniatura di edifici dell'antica Roma. Continuando lungo il viale centrale si scende alla fontana dei Draghi, altra opera del Ligorio (cosiddetta per i draghi gentilizi di Gregorio XIII che, afferma la tradizione, furono eseguiti in una sola notte nel 1572), quindi al piano ove si allineano tre peschiere. Sulla destra, in fondo, è la grande fontana dell'Organo, recentemente restaurata, iniziata nel 1568 e terminata nel 1611, con monumentale prospetto architettonico: la caduta dell'acqua azionava un organo idraulico completamente automatico. Il viale centrale termina alla rotonda dei Cipressi.

ORARI: 

Gennaio 8:30 - 17:00
Febbraio 8:30 - 17:30
Marzo 8:30 - 18:15
Aprile 8:30- 19:30
Maggio 8:30 - 19:45
Giugno 8:30 - 19:45
Luglio 8:30 - 19:45
Agosto 8:30 - 19:45
Settembre 8:30 - 19:15
Ottobre 8:30 - 18:30
Novembre 8:30 - 17:00
Dicembre 8:30 - 17:00                                          

itinerari che contengono questo punto di interesse